Dottoressa Rosa Giovanna Pinizzotto

  Biologa nutrizionista

#Iorestoacasa Consigli per l'uso


Per aiutarvi a trascorrere al meglio questi giorni a casa condividerò quotidianamente sulle mie pagine social una rubrica che si intitola #iorestoacasa. Troverete all'interno alcuni consigli per il vostro menù, una ricetta nuova ogni giorno, una proposta letteraria, un suggerimento cinematografico e infine un consiglio sull'attività fisica da fare o sulle pulizie straordinarie da effettuare. Potete scaricare cliccando sui seguenti link tutte le rubriche pubblicate finora.


#iorestoacasa_11Marzo

#iorestoacasa_12Marzo

#iorestoacasa_13Marzo

#iorestoacasa_16Marzo

#iorestoacasa_17Marzo

#iorestoacasa_18Marzo

#iorestoacasa_19Marzo

#iorestoacasa_20Marzo

#iorestoacasa_23Marzo

#iorestoacasa_24Marzo

#iorestoacasa_25Marzo

#iorestoacasa_26Marzo

#iorestoacasa_27Marzo

#iorestoacasa_30Marzo

#iorestoacasa_31Marzo


Il menù di Maggio

Colazione

Uno yogurt bianco con granella di mandorle o nocciole e fragole fresche

Spuntino

una fetta di pane tostato con un velo di marmellata

Merenda

frutta di stagione

Pranzo

Lunedì: insalata di farro con radicchio, ceci, pachino e scaglie di parmigiano

Martedì: farfalle tonno zucchine e scorze di limone

Mercoledì: cous cous melanzane zucchine e peperoni

Giovedì: Gnocchi al pomodoro fresco

Venerdì: Pomodori con il riso

Sabato: Insalata di pollo senza maionese con verdure 

Domenica: pranzo libero con moderazione

Cena

Lunedì: frittata di asparagi, verdure all'agro e pane tostato

Martedì: seppie con piselli e contorno di insalata

Mercoledì: straccetti di vitello rucola e pachino e pane tostato

Giovedì: insalata caprese pomodoro e mozzarella, verdure grigliate e pane

Venerdì: orata all'acqua pazza e patate al forno

Sabato: una pizza ortolana o margherita 

Domenica: carpaccio di salmone con rucola e limone e pane tostato

Il menù di Natale

Scarica gratuitamente il tuo menù di Natale

Citazione del giorno

Qualcuno ha scritto che in Italia lo stomaco ha una valenza metafisica, come l’erba del prato in Inghilterra. Vero. Ma la nostra ossessione è più vitale: gli inglesi l’erba non la mangiano. Noi parliamo del cibo prima di mangiarlo, quando lo mangiamo e dopo averlo mangiato.

Beppe Severgnini

Se mentre mangi con gusto non ha allato a tia una persona che mangia con pari gusto, allora il piaciri del mangiare è come offuscato o diminuito

Andrea Camilleri